Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on Nov 23, 2018 in Uncategorized |

Il Natale di Sarzana

Le amministrazioni comunali, si sa, devono pensare al Natale con grande anticipo, e ancora di più se si amministra una città che ha una forte vocazione turistica come Sarzana. A Sarzana è già stato presentato in conferenza stampa un programma di massima di quanto è previsto per le prossime festività natalizie, stagione che si aprirà ufficialmente il 30 Novembre e si protrarrà fino all’epifania, il 6 gennaio, la festività che tradizionalmente “tutte le feste si porta via”. L’attuale amministrazione comunale ha fatto del suo meglio per sopperire alle carenze nel bilancio con entusiasmo e collaborazione da parte dei commercianti e degli sponsor, per animare il centro cittadino e dare alla città un volto veramente natalizio. L’atmosfera è infatti fondamentale per trasformare Sarzana in una vera e propria “città del Natale”, cosa che sembra essere la ferma intenzione degli organizzatori. A partire dal fatto che in centro ci saranno non uno, ma ben cinque alberi di Natale che verranno piazzati in alcuni punti strategici: pizza Matteotti, piazza Calandrini, piazza San Giorgio, piazza Garibaldi e piazza Largo Pertini. Piazza Matteotti, che è il vero cuore del centro cittadino, ospiterà anche la pista per il pattinaggio sul ghiaccio e il mercatino natalizio, con l’allestimento di apposite casette. Se l’albero addobbato è uno dei principali simboli del Natale, in Italia altrettanto sentita è la tradizione di fare il presepe, ovvero il diorama della natività di Gesù Cristo che è l’evento che si celebra a Natale. Quest’anno a Sarzana sarà bandito un vero e proprio concorso per decidere il presepe più bello tra quelli che verranno esposti nelle vetrine degli esercizi commerciali che hanno voluto aderire all’iniziativa e nell’atrio del Comune, dove verranno sposti i diorami di dimensioni maggiori. Assolutamente fuori concorso sarà il presepe artistico che sarà visibile nell’oratorio di Santa Croce. Si tratta di uno dei presepi di San Gregorio Armeno, celebre mercatino di Napoli, realizzato dai fratelli Capuano. Ovviamente, per completare l’atmosfera natalizia, non potranno mancare a Sarzana luci e colori. Oltre alle luminarie cittadine, che quest’anno non verranno solo noleggiate ma acquistate, in modo tale che sia possibile riutilizzarle anche nei prossimi anni con un notevole risparmio alla lunga distanza, verranno installati due “video gobbos”. Si tratta di speciali proiettori che renderanno sempre diverse le facciate del Laurina e del Teatro Impavidi. Il cartellone natalizio poi prevede due concerti che si svolgeranno presso il Teatro Comunale, ma anche tante piccole manifestazioni che si svolgeranno in strada per animare ogni vicolo della città. L’amministrazione ha previsto il servizio di un trenino che consentirà a turisti e residenti di fare il giro del centro partendo e tornando da un ampio parcheggio gratuitoposto vicino allo Stadio. Per Capodanno sarà Radio Bruno, importante emittente radiofonica nazionale, ad animare le attività in piazza Garibaldi e in piazza Matteotti. Queste sono le indicazioni principali date dagli amministratori comunali e dal sindaco in occasione della conferenza stampa: restano però ancora tante cose da definire, come ad esempio il ruolo che avrà la Fortezza Firmafede che certamente non potrà essere solo una spettatrice in tanto fermento natalizio. A fare da sfondo a tutte le iniziative ci sarà un servizio di sicurezza organizzato fin nei minimi dettagli, in armonia con le normative nazionali vigenti. Come ha sottolineato il sindaco Cristina Ponzanelli, le celebrazioni per il Natale sarzanese saranno uno sforzo congiunto, per ribadire il senso di unione della comunità che è poi il vero spirito del Natale.