Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Le origini

{472AD074-AB2B-49FA-9B88-4B6D575D5FDC}_fortezza-alto100sPer quasi mille anni Luni ebbe il dominio della piana alla confluenza del fiume Magra con il mar Ligure. La lenta decadenza della città romana, l’interramento dell’antico porto, le scorribande saracene e la malaria determinarono nella seconda metà del X secolo l’abbandono massiccio della costa e la creazione di borghi fortificati.

Il più antico documento dove appare il nome di Sarzana è un diploma dell’imperatore Ottone I datato 19 maggio dell’anno 963 in cui viene riconosciuto al vescovo di Luni Adalberto il possedimento del “castrum sarzano” dove attualmente ha sede la Fortezza di Sarzanello o di Castruccio.

Altra tappa fondamentale è il 1084 in cui si ha notizia del di Sarzana, posto al bivio di importanti strade di comunicazione per la Francia meridionale e per la Padania; All’epoca la città conobbe una notevole crescita mercantile.

Un’altra data importante è quella del 1163 quando l’imperatore Federico I Barbaraossa, con un apposito diploma, concesse la protezione imperiale a Sarzana. Si arriva quindi al 21 marzo 1204, momento strategico che avrà ripercussioni sul futuro. Infatti in quella data il Papa Innocenzo III autorizza il passaggio della sede vescovile da Luni a Sarzana.